fbpx
was successfully added to your cart.

Carrello

Blog

Addio occhiaie con la MUA Anca!

By Luglio 19, 2016 Luglio 30th, 2020 No Comments

Per la rubrica i #ConsigliDiEstesya oggi abbiamo chiesto alla nostra Make Up Artist Anca Agneta Petrov come dire Addio alle occhiaie! 

Come anche lei ci suggerisce, la questione occhiaie è stata ampiamente travisata da molti: per tutte le tipologia di occhiaie veniva sempre consigliato l’arancione!

Hai occhiaie leggere? Prendi un correttore aranciato che illumina. Hai occhiaie tendenti al blu? Ti serve l’arancione perché è complementare. Hai occhiaie violacee, purpuree o marroni? Ti serve comunque arancione perché la zona va ripigmentata.

Insomma per anni il correttore arancione sembrava la soluzione a qualsiasi problema! Ma la nostra MUA ci dimostra come non lo è affatto!

  •  L’ARANCIONE PURO NON SI USA QUASI MAI

L’arancione puro è estremamente forte, carico, brillante. Copre l’occhiaia ma sovrasta completamente l’incarnato e per coprirlo ci voglio strati importanti di fondotinta o correttore beige, che in zona sottoculare non sono il massimo. L’arancio puro si usa solo sulle donne di colore o su lividi, zone che sono diventate bluastre a causa di un trauma o una malattia, non su una normale occhiaia che, per quanto scura, non ha bisogno di così tanto pigmento puro. L’arancio, qualche volta, lo prelevo a piccolissime dosi e lo mescolo ad un correttore beige.

 

  •  OCCHIAIE MARCATE E QUINDI BLU? NON E’ SEMPRE COSI!

Esistono anche occhiaie leggere virate al blu, altre marcatissime ma marroni. La colorazione dell’occhiaia non è relativa a quanto sia marcata, questo è un fattore importante da tener presente quando si sceglie un correttore perché in realtà l’unico modo per coprire bene un occhiaia, senza dover stratificare prodotti, è farlo utilizzando un suo complementare, e con l’arancione (o gli aranciati) ci copri solo le occhiaie sul blu.

  • LA RUOTA DEI COLORI: ADDIO OCCHIAIE!

Ma come individuare il colore giusto per dire addio alle occhiaie? Semplice basta consultare la ruota dei colori! Se l’occhiaia ha un tono azzurrino-bluastro troverà il suo complementare nei toni dell’albicocca, se l’occhiaia invece è più indaco o porpora troverà il complementare nel giallo.

Questo significa che potrebbe servirvi un correttore giallo nella vostra vita, ma non vi è stato mai menzionata come possibilità nonostante in commercio siano abbastanza diffusi e Mac fa anche una palette con correttori divisi in gialli e pesca.

La parola ad Anca:

“A tutte le ragazze dei miei corsi di trucco, corsi di estetista e corsi di parrucchieria, preciso che per mia esperienza ho capito che le occhiaie, senza dover scendere nel dettaglio della loro colorazione, esistono in due tipologie: quelle a base blu e quelle a base rossa. Le occhiaie a base blu sono appunto quelle bluastre e azzurrine citate prima, ma anche quelle appena appena violacee ma sull’indaco. Le occhiaie a base rossa sono quelle viola ma più purpuree e quelle marroni, poiché il marrone deriva dall’arancio e quindi presenta sempre una certa dose di rosso anche se a vista non sembra. Quando le occhiaie sono a base rossa è impossibile correggerle bene con il correttore arancio, poiché l’arancio è un colore analogo alla pigmentazione dell’occhiaia e la rafforza, ne “infiamma” il colore e anziché correggerla la peggiora, conferendo al contorno occhi un effetto gonfio e arrossato tipico di chi si è strofinato molto gli occhi.Spero che con questi utili consigli sarete vincitrici e potrete dire Addio alle occhiaie”.